The golden rules for a compensation system that strikes the fine balance between a startup’s needs and keeping employees happy.

The golden rules for a compensation system that strikes the fine balance between a startup’s needs and keeping employees happy.

“You can’t be transparent if you’re not paying fair, and if you are, there’s no reason to not be transparent.”

“Most startups overpay for talent because they undervalue their own equity — so the candidate will too,”

“You should not lose candidates because another startup at a similar stage is paying them more cash.”

Screen_Shot_2014-10-28_at_9.51_.20_AM_

1) No one is ever happy with compensation, and compensation has never made anyone happy

2) People always find out what everyone else is making.

3) Create a system that revisits compensation only 1-2x a year.

4) On the spectrum between formulaic and discretionary compensation, be as formulaic as you can.

http://firstround.com/article/A-Counterintuitive-System-for-Startup-Compensation

Screen_Shot_2014-10-28_at_9.28_.46_AM_

MALTA è al secondo posto nel mondo per qualità degli investimenti diretti stranieri

MALTA è al secondo posto nel mondo per qualità degli investimenti diretti stranieri

Questo è il risultato che emerge dal IBM Global Location Trends Report del 2014

Appena dietro all’Irlanda e davanti a paesi blasonati come Danimarca, Sud Corea, Giappone e Svezia, Malta è stata capace di attrarre e approvare ben 36 progetti in settori di punta quali la salute, l’ingegneria di precisione e la creatività digitale

MALTAway è la tua via di accesso a MALTA per investire, vivere e lavorare in un business alla luce del sole

Guarda la nostra offerta e i pacchetti per muovere i giusti passi su questa strada

http://www.timesofmalta.com/articles/view/20141030/local/malta-places-second-for-quality-of-foreign-direct-investment.541947

maltaway_malta_investimenti 2014

 

MALTA, Ottobre 2014, Rolex Middle Sea Race

Gran filmato con l’emozione della partenza, peccato manchi la parte di gara con i 2 giorni di condizioni proibitive da 10 Bft, che alcuni equipaggi hanno definito vicine ai limiti della sicurezza

Capire Malta grazie ad un evento sportivo, con Maltaway business in the sunshine

http://maltaway.wordpress.com/2014/10/15/malta-questa-settimana-ospita-la-35ma-edizione-della-rolex-middle-sea-race-forse-la-piu-bella-regata-nel-sud-del-mediterraneo-con-un-nuovo-record-di-130-yachts-partecipanti-provenienti-da-23-divers/

MALTAway_malta_rolexrace2014_roughsea

Relative success in FAMILY FIRMS There are important lessons to be learnt from the surprising resilience of family firms

Relative success in FAMILY FIRMS There are important lessons to be learnt from the surprising resilience of family firms

The proportion of Fortune 500 companies that can be described as family companies increased from 15% in 2005 to 19% today. That is largely because of the rise of emerging economies, in which family firms are more common. But even in the rich world family companies are these days holding their own.

Family firms’ strengths, meanwhile, are just as important today as they were in the early days of capitalism. They solve the “agency problem” that Adam Smith put his finger on in “The Wealth of Nations” when he argued that hired managers would never have the same “anxious vigilance” in running companies as the owners. Family managers are often parsimonious: companies such as Walmart, Koch Industries and Mars & Co are famous for running a tight ship with humble headquarters, lean management and an obsession with operational efficiency.

The remarkable record of the best family firms should remind millions of business owners that, in the corporate world at least, you do not have to surrender family control in order to prosper.

http://www.economist.com/news/leaders/21629376-there-are-important-lessons-be-learnt-surprising-resilience-family-firms-relative?fsrc=nlw|hig|30-10-2014|

Understanding India’s economic geography

The country’s economy once again holds promise. To make the most of it, companies must identify growth opportunities at a granular level.

Understanding India’s economic geography

To get the most from this granular approach, companies need to develop customized strategies for each geographic sliver. To do so, they must map priority geographic segments to product categories and extensions.

http://www.mckinsey.com/Insights/Asia-Pacific/Understanding_Indias_economic_geography?cid=other-eml-alt-mip-mck-oth-1410

Swiss Boards Command Top Pay as Members Refuse ‘Peanuts’

Switzerland has the highest board fees in the world, the high fees are justified if you want to get the best people. If you pay peanuts you get monkeys.”

Partly due to the mighty franc, and partly a function of the nation’s extremely high salaries in general, the median compensation for board directors, which includes board fees, payment in shares, as well as bonuses and pensions for executive board members, is about 58 percent higher for Swiss companies than in the rest of Europe

The expectations of a board member have increased dramatically over the last decade, the world has changed, director jobs in Switzerland extending beyond supervising to leadership and strategy. The tasks of Swiss boards, especially at financial companies, are time intensive

With a average pay of $1.2 million per director, UBS’s board gets the highest pay of any company in the the Stoxx Europe 50.

Up until now, Swiss boards have had sole discretion over their own pay setting — that will all change

http://www.bloomberg.com/news/2014-10-30/swiss-boards-command-top-pay-as-members-refuse-peanuts-.html?alcmpid=markets

MALTA riconfermato il Rating A3 da parte di Moody’s

MALTA riconfermato il Rating A3 da parte di Moody’s

Il report di Moody’s evidenzia la crescita dei consumi domestici, l’ottimo risultato dell’export dello scorso anno e le riforme governative nel settore dell’energia e del mercato del lavoro, quali solide basi per continuare il percorso di consolidamento e crescita intrapreso da Malta e che le fanno guadagnare il rating di credito A3.

Nel percorso di analisi e valutazione, Moody’s si aspetta un sostenuto e vigoroso outlook con una crescita economica in aumento al + 2.7 % per il 2014, ed una crescita ulteriore del 2.8 % per il 2015.

La crescita prevista per il 2015, sarà principalmente sostenuta sia sul lato dei consumi sia su quello degli investimenti, grazie anche ai rilevanti progetti nel settore energia.

Moody’s ha anche sottolineato i brillanti risultati di MALTA, con riferimento agli altri indicatori economici, con un ratio  in discesa del deficit/PIL pari a  1.7 %, mentre il ratio debito/PIL è ulteriormente previsto in discesa sotto il 70 % nel 2015, e pari al 69.7 %.

Moody’s valuta il surplus primario del bilancio di MALTA per il 2015 in crescita e pari al 1.1 % del PIL

MALTAway, la tua via di accesso a Malta , la migliore giurisdizione in Europa per investire, vivere e lavorare alla luce del sole

maltaway_malta_A3_moody's

A MALTA si vedono davvero “signore” di ogni genere, i flussi turistici sono imponenti, ma devo dire che questa “femmina” mi ha colpito….o affondato….mah, provate voi

Una pausa intellettuale di Maltaway…..in pieno spirito “alla luce del sole”

24 Ore da uomo. Un articolo scritto con il cuore in mano sul perché possedere il pene è molto più onesto, pratico, elegante e sincero. Perché vorrei averlo, cosa me ne farei, quali sono i suoi irresistibili vantaggi non solo estetici

maltaway_donna-uomo

http://www.andrealehotska.com/blog/111     testo integrale

No, non intendo parlare dell’accessorio maschile, portato in una delle due mani, sotto la vita, del quale si separa raramente. Voglio trattare un altro accessorio dell’uomo, di medesima importanza, presente più o meno sempre all’altezza della borsa. Quello di cui non si separa mai.

Quello che desidererei possedere per almeno, appunto, 24 ore. Possederlo all’esterno, questa volta.

Perché quell’aggeggio è semplicemente più bello da vedere, più pratico, più onesto e inimitabile, mentre a riprodurre il sesso femminile spesso basta una bistecca semicruda.

In questo momento le donne che leggono, scuotono la testa di fronte alla mia poca fantasia del paragone riservato alla loro vita, banca, strumento, gioia e organo riproduttivo, e i maschi non vogliono sputare nel piatto da cui mangiano. ( Il doppio senso è puramente casuale. )

Chiediamoci allora perché già gli antichi greci, lavorando alle statue, hanno capito che riprodurre il Pene era un gioco, e hanno fieramente esposto i ‘doni’ maschili in mezzo alle piazze. Poi hanno provato a imitare le curve della donna, e ci sono riusciti maestosamente. Arrivati all’inguine, si son talmente impanicati nel rifare tutta quella carne ammassata, che si son detti : copriamole l’inguine con un drappo o incrociamole le gambe, per una volta. Oppure appendiamoci un foglio di fico, va.

La Vagina, per svolgere la sua funzione puramente fisiologiche, necessita di un lungo e precedentemente con cura scelto luogo asciutto, riparato, illuminato e non popolato che disponga però anche di un qualcosa dove, accovacciandosi, può appoggiare la borsetta contenente oggetti ben separati o al contrario casualmente ammucchiati per grado di utilità :

portafoglio, cellulare, la pillola, chiavi, ipod, penna, abbonamenti e tessere fedeltà per la ceretta, accendino, kit sos composto da burro cacao, tampax, salviette umidificate, cerotti, Momendol, limetta, spazzola, specchio, profumo, scontrini di sette anni fa, un altro accendino se il primo non funzionasse, volantini, viveri non identificabili, qualcosa di apparentemente costoso ma distrutto, qualcosa di apparentemente cheap e inutile a cui però è legata emotivamente, bustine di zucchero, ombrello, occhiali da sole, libro, .. ( per la lista completa dell’indispensabile femminile si prega di contattarmi nella sezione ‘Contatti’ )

La  praticità del Pene è incontestabile : per svolgere la sua  funzione fisiologica, gli basta aprire la zip del jeans. Nutre una certa preferenza per i pali e alberi; è un cacciatore, vuole mirare e di solito non si deve poi asciugare le scarpe.

L’onestà del Pene comprende il non poter mentire sulla voglia, gioia, sull’aver preso la pillola, sulla gravidanza in corso o interrotta, sulle prestazioni sessuali già effettuate nella giornata.

Il Pene si fa spostare, alzare, girare, abbassare, ma – soprattutto – si fa guardare in faccia anche da te stesso.

E a differenza di tanti altri organi, specialmente femminili, non mente. Muta di continuo, anche più volte al giorno. La Vagina se ne sta lì, zitta zitta, sempre uguale. Come si fa a fidarsi di una cosa che nel corso della sua lunga vita operativa ( e dico lunga perché vive più di un Pene, ahinoi ), rimane sempre uguale ? Una che sanguina ma non muore mai dissanguata ?

Il Pene sa cosa vuole e svolge il suo secondo e ultimo bisogno, quello fisico, senza manipolazioni : non si nasconde dietro alle azioni pseudonecessarie, perditempo, a doppio fine.

Asseconda deciso i suoi bisogni, alternandoli tra quello che gli permette di farla senza doversi sedere sulla tavoletta gelata e quello riproduttivo, che tiene in vita la sua virilità e lucidità.

Quella virilità che hai il vantaggio di riconoscere già in spiaggia, grazie al costume senza nessun push up, nessuna illusione.

Perché il Pene spruzza – passatemi il termine –  onestà da tutti i pori : non lascia nulla all’immaginazione, mostra senza inibizione se è o meno contento di vederti, non barra sul tempismo, sull’inizio e sulla fine.

Lei, la Vagina, in cambio gli propone :

– trenta minuti di preliminari che non sono altro che  un impaziente convincerla di dirti di

– una netta trasformazione a mo’ di cipolla : ogni strato di vestito che la migliora a che le togli, ti fa lacrimare sempre di più. Ma sai che non è ora il momento di pensare che persino tu, Pene, saresti una gran figa se potessi usare le zeppe, ombretti, calze coprenti, extensions e piastra, botox e reggiseni a balconcino, mutande che nascondono abilmente le smagliature sui fianchi.

– un’invasione di sms il giorno dopo, alla ricerca di un motivo per il quale te l’ha data.

Sai da sempre che ci sono due tipi di donne, le zoccole e le pure. E sai anche che mentre le zoccole sono zoccole, le pure…pure ! La differenza tra le due è sottile, diciamo che le appartenenti al primo gruppo sono cacciatrici dichiarate, e te la offrono così spudoratamente che è come se te le fossi già portate a letto. Con un po’ di buonsenso ironico paragoni la situazione invertitasi a quella di un albero che corre dietro al cane per farsi pisciare addosso.

La disponibilità delle pure sta nella tua abilità verbale di non farle sentire quello che in realtà sono. Perché si sa, se gli uomini mentono è solo perché le donne chiedono troppo. Ma va fatto, perché fino al primo orgasmo con una sconosciuta, non sai mai cosa vuoi da essa. Dopo il primo orgasmo, appena il tuo accessorio teso punta pian piano il pavimento e non più il soffitto, tu basta che la guardi e sai subito se le fai un cappuccino con le tue manine o la fai chiamare il taxi con le sue manine.

Loro non lo capiscono, ma se la bigamia è una donna di troppo, la monogamia anche.

Loro non lo capiscono, ma una scappatella non è infedeltà, in quanto spontanea e non premeditata come quella femminile.

Loro non lo capiscono, ma fare sesso con : una prostituta, una che ti piace,  una con cui ti sfoghi  e fare l’amore, son quattro cose diverse, facilmente compatibili che non escludono l’uso della stessa donna per sperimentarle.

Loro non lo sanno che son più predisposte a rimpiangere i peccati solo perché sono più predisposte a commetterli.

Ma sanno una cosa : che anche se tu sei il giocatore, gli arbitri sono loro, per un semplice motivo – sono loro a decidere, e mentre hanno il vantaggio di trovare sempre uno che giocherà con e per loro, tu per svolgere la tua attività preferita regolarmente, hai solo quattro misere possibilità :

– pagarla come prestazione occasionale ( perché si sa che la donna che paghi è quella che ti costa meno. )

– convincerla ( dicendo alla vicina di casa che mentre il buon vicino ‘ presta ’, la buona vicina ‘ ’. )

– sposarla ( ma tempo due anni e il sesso si trasforma dall’obbiettivo allo strumento di trattativa. )

– farti un’amante ( la cosa più conveniente : se t’incontra è perché non ha il mal di testa che ha solo con il suo compagno. )

Ognuna di queste donzelle, mettile sul piedistallo – tanto loro non capiscono che le metti là non per farle stare più in alto, ma per toglierle dai mezzo ai coglioni.

MALTA è sulla bussola del business per il sole, i costi, la fiscalità, le competenze, il mercato Europeo… ma anche perchè è sulla bussola della CINA con continui investimenti

MALTA è sulla bussola del business per il sole, i costi, la fiscalità, le competenze, il mercato Europeo… ma anche perchè è sulla bussola della CINA con continui investimenti

Dopo gli investimenti miliardari già stanziati dalla Cina (quasi la metà del PIL di MALTA), ora il gigante asiatico investe per la sua nuova grande Ambasciata.

Un grande progetto, nuovo crocevia degli affari tra Cina e il business con basi a Malta, che inizia con l’acquisto di un ‘area di oltre 11.000 metri quadri ed un investimento di ben € 7,880 Milioni.

Seguite chi fa le cose in grande e sa vedere lontano, vieni a Malta con MALTAway, business in the sunshine, Business alla luce del sole

http://www.maltatoday.com.mt/news/national/45566/china_to_pay_78_million_for_the_acquisition_of_pembroke_land#.VFC_k_mG-So

maltaway_cina_malta_new-chinese-agreement-to-see-direct-cash-injection-in-enemalta-20130910

Microsoft has launched its first wearable called the “Microsoft Band”.

Microsoft has launched its first wearable called the “Microsoft Band”.

The wrist-worn device can track pulse rate, steps taken, calories burned and sleep quality.

The band will be available in the U.S. starting today for $199, and will work on iPhones and Android smartphones, as well as its own Windows Phone.

The device will connect with a new app called “Microsoft Health”, which will include a cloud service for users to store and combine health and fitness data.

http://blogs.microsoft.com/blog/2014/10/29/introducing-microsoft-health/