FONDO PATRIMONIALE E TUTELA DEL PATRIMONIO ? UNA SOLUZIONE LA FONDAZIONE A MALTA

IL FONDO PATRIMONIALE E’ ANCORA UNO STRUMENTO DI TUTELA DEL PATRIMONIO?

LE RECENTI SENTENZE MOSTRANO L’INUTILITA’ DELL’ISTITUTO.

UNA ALTERNATIVA LA FONDAZIONE MALTESE

E’ ormai certo che il fondo patrimoniale e’ uno strumento inefficace e superato

 

L’istituto del fondo patrimoniale è regolato  dall’art. 167 del Codice Civile italiano e può essere costituito da uno o da entrambi i coniugi con atto pubblico, o da un terzo, anche per testamento ed e’ un vincolo di indisponibilita’ con cui uno dei due coniugi o entrambi(ma anche un terzo)  destinano determinati  beni immobili, mobili registrati nei pubblici registri o titoli di credito , al soddisfacimento dei bisogni della famiglia.

E’ un istituto nel passato ampiamento utilizzato per la  tutela del patrimonio sia mobiliare che immobiliare  intendendo tutta quella serie di strumenti giuridici perfettamente a norma di legge  che consentono di porre in essere in via preventiva una salvaguardia del proprio patrimonio come mezzo di pianificazione e gestione dello stesso.

Esistono infatti strumenti giuridici  per porre al riparo il patrimonio ovvero i beni di famiglia da azioni  da parte dei debitori che sia il fisco o terzi, per distinguere il patrimonio aziendale da quello personale, per pianificare successioni o donazioni ecc.

Dette azioni vanno pianificate e poste in essere  in via preventiva perché è inutile porre in essere questi strumenti quando sono già in corso le richieste dei terzi creditori alla ricerca di vie di fuga illecite che non producono risultati, anzi spesso si rivelano controproducenti.

L’istituto del fondo patrimoniale risulta uno strumento sempre piu’ debole e inutile per la tutela del patrimonio sia in conseguenza delle sentenze che nel tempo ne hanno limitato ampiamente la tutela sia in seguito a modifiche legislative.

I creditori  non possono porre azioni nei confronti dei beni costituiti in fondo patrimoniale, come ad esempio pignorare la casa,  se i debiti sono stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia mentre sono pignorabili se il debito e’ stato contratto da uno dei coniugi per soddisfare i bisogni primari della famiglia.

Nel 2015 una riforma del codice ha pero’ modificato la normativa consentendo sempre la pignorabilita’ del bene costituito in fondo , anche per i debiti contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia, quando  il creditore trascrive, nei pubblici registri, il suo pignoramento entro l’anno successivo alla costituzione del fondo stesso.

La tutela del fondo che prima era immediata ora viene postposta di 1 anno durante il quale i beni rimangono in ogni caso attaccabili da ogni creditore.

Non bisogna peraltro dimenticare che per i crediti sorti anteriormente alla costituzione ed annotazione del fondo patrimoniale nell’atto di matrimonio , i creditori possono impugnare l’annotazione ed esperire azione revocatoria entro 5 anni volta a provare che  il debitore ha costituito il fondo stesso con l’intenzione di porre in essere un atto in frode ai creditori. Se si ottiene pertanto sentenza di revoca del fondo il bene e’ liberamente aggredibile dal creditore.

La Corte di Cassazione con la Sentenza n. 11862 del  9/6/2015 ha accolto l’azione revocatoria avanzata da un creditore nei confronti dei coniugi che avevano costituito un  fondo patrimoniale in considerazione del fatto che nel fondo erano stati inseriti tutti i beni della coppia.

La Cassazione con altra sentenza  20376/2015 ha ritenuto revocabile il fondo costituito dai coniugi che sono esponenti e fideiussori di due societa’  in quanto ritenuto volto a proteggere i loro immobili dalle azioni esecutive della banca.  

La costituzione del fondo, benche’ anteriore alla revoca degli affidamenti da parte della banca, ma intervenuta dopo 15 anni di matrimonio e poco prima della dichiarazione di ammissione al concordato di una societa’,  è stato ritenuto un atto gratuito volto ad arrecare un pregiudizio ai creditori e per tale motivo e’ stato possibile esperire vittoriosamente l’azione revocatoria.

La giurisprudenza peraltro sta estendendo in maniera significativa il concetto di bisogni della famiglia facendo rientrare debiti fiscali , con fornitori , fideiussioni per azienda familiare , debiti per attivita’ professionale  rendendo pertanto pignorabili i beni costituiti in fondo da una folta schiera di creditori , anche successivamente al termine dei 5 anni quale termine ultimo per esperire l’azione  revocatoria.

Se in passato la casa costituita nel fondo poteva essere pignorata solo da una ristretta schiera di creditori per i debiti strettamente connessi ai   bisogni familiari oggi invece è aggredibile da un’ampio gruppo di  creditori per debiti collegabili all’attività lavorativa imprenditoriale o professionale di uno dei coniugi .

 

La lettura di queste sentenze pone alla luce tutti i dubbi ed i limiti connessi alla tutela patrimoniale offerta  dal  fondo patrimoniale.
E’ ormai certo che il fondo patrimoniale e’ uno strumento inefficace e superato.

Esistono altri strumenti perfettamente legali che consentono di  tutelare il patrimonio in maniera piu’ efficace.

La Fondazione maltese , ad esempio, è uno strumento legale ed efficace  di tutela patrimoniale che consente di tutelare e segregare i beni personali in un ente diverso e distinto dalla persona fisica che li utilizza.

La fondazione maltese, a differenza del Trust, e’ la diretta proprietaria dei beni ad essa conferiti o comunque acquisiti, che si sposteranno dal patrimonio del fondatore per entrare in quello di una distinta ed autonoma persona giuridica, dotata della sua ben precisa autonomia patrimoniale.

Una Fondazione Privata Maltese , che deve essere costituita per atto pubblico davanti a un Notaio tramite un versamento  iniziale di un minimo di € 1164,69,  è un contratto tra il Fondatore, (colui che è l’originario proprietario dei beni), e il Director (amministratore fiduciario) dei beni conferiti in Fondazione, cioè colui che amministrerà i beni.  Nel contratto sono inserite  precise clausole e istruzioni a cui il  Director dovrà attenersi scrupolosamente.

Una Fondazione può avere delle subcelle, ognuna con completa autonomia patrimoniale ed un proprio regime fiscale e distinti Beneficiari.

I beni, nel rispetto di alcune regole e del contratto, potranno anche essere venduti.

La fondazione fiscalmente sarà trattata come una società o un trust, a secondo dell’opzione esercitata, e pertanto beneficerà dei relativi vantaggi fiscali previsti dalla normativa maltese.

Per approfondire l’argomento potete contattare il Team Legale di Maltaway

Avv. Rossella Gianazza

Tassazione Dividendi e Plusvalenze 2018, rilevanza su società estere

Tassazione Dividendi e Plusvalenze 2018, interessati azionisti Italiani con partecipazioni in società estere, in particolare di interesse per imprenditori con quote qualificate di società a Malta, giurisdizione in full white list compliant alle norme Europeee e OCSE

Come abbiamo spesso ripetuto, la decisione di trasferire il proprio business o i propri assets con un investimento all’estero, non va mai presa mettendo la riduzione del carico fiscale come primario criterio di scelta.

Variabili come la stabilità di un paese, la disponibilità di risorse qualificate e di servizi infrastrutturali di rilievo come logistica e Internet, sistemi regolatori compliant con l’Europa e le norme OCSE, sono determinanti per ogni scelta di lungo periodo insieme ad una strategia di riduzione del rischio paese e bancario rispetto a paesi che hanno queste variabili macroeconomiche a loro sfavore.

Ricordiamo anche il diverso regime applicabile in caso di società residenti o localizzate in Stati o territori a regime fiscale privilegiato, con segnalazioni automatiche dei movimenti alle autorità fiscali e inclusione integrale alla formazione del reddito imponibile dei relativi proventi, compreso il recente provvedimento della commissione Europea di fine 2017 con una rilevante inclusione in Black list di diversi nuovi Paesi

Leggi qui articolo dedicato

 

In Italia da quest’anno entra in vigore una modifica sulla tassazione di Dividendi e plusvalenze, che va ad essere di rilievo anche per chi possiede delle quote di società estere in qualità di persona fisica, mentre per le partecipazioni possedute da società Europee vale il regime favorevole della Direttiva Europea Madre-Figlia, in toto applicabile anche per Malta, con imponibilità dei proventi in Italia per il 5% del loro ammontare

Infatti, la legge di Bilancio per il 2018 equipara l’applicazione dell’imposizione sostitutiva del 26 per cento alle partecipazioni qualificate detenute da persone fisiche al di fuori dell’esercizio di impresa, quindi con una pari imposizione sia per le plusvalenze realizzate nell’ambito del capital gain dalle persone fisiche, sia per i dividendi percepiti dalle stesse, a prescindere dalla tipologia di partecipazione posseduta, qualificata e non qualificata.

Si rammenta che vanno considerate come qualificate le partecipazioni che conferiscono:

  • una percentuale dei diritti di voto esercitabili in assemblea ordinaria superiore al 20%, ovvero una percentuale di partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 25% (per le partecipazioni in società non negoziate nei mercati regolamentati)
  • una percentuale dei diritti di voto esercitabili in assemblea ordinaria superiore al 2%, ovvero una percentuale di partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 5% (per le società i cui titoli sono negoziati nei mercati regolamentati).

Il nuovo regime si applicherà alle plusvalenze realizzate a partire dal 1° gennaio 2019 e ai dividendi percepiti dal 1° gennaio 2018

Ricordiamo che fino al 31 dicembre 2017 le partecipazioni non qualificate scontavano l’imposta del 26% mentre quelle qualificate concorrevano al reddito in misura ridotta legata all’aliquota IRES

  • 58,14% per i dividendi formatisi a decorrere dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016
  • 49,72% per i dividendi formatisi a decorrere dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007 e fino all’esercizio in corso al 31.12.2016
  • 40% per i dividendi formatisi fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2007

 

IN SINTESI

Per investitori ed imprenditori che per scelte di Governance e di Business operano in modo compliant attraverso strutture societarie fuori dall’Italia ed in alcuni paesi, come Malta, questo nuovo regime rappresenta una semplificazione ed un miglioramento per molti del profilo fiscale,  estendendo l’imposta sostitutiva del 26% alle plusvalenze e ai dividendi nelle condizioni sopra descritte, applicando quindi una ritenuta a titolo d’imposta e come tale tassa in modo definitivo e senza ulteriori obblighi impositivi e dichiarativi, compreso anche le possibilità di compensazione tra “montanti/masse” diverse

Al fine di usufruire dei nostri servizi di advisory per valutare opportunità di business, di governance, protezione patrimoniale ed i necessari vincoli di compliance per imprese di qualunque dimensione, settore e tipologia o nazionalità degli azionisti, potete contattarci al link qui evidenziato

Buona internazionalizzazione a tutti

 

 

MALTA WAY Partners Consulenza Internazionale, Nuova blacklist Europea guardare e NON toccare

MALTA WAY Partners Consulenza Internazionale, Nuova blacklist Europea, 17 paesi da guardare e NON toccare e 47 sotto osservazione compresi Svizzera, San Marino

Questi i paesi della lista nera, costruita sulla base di tre criteri: trasparenza fiscale, tassazione equilibrata e applicazione delle norme dell’Ocse sul trasferimento dei profitti da un paese all’altro o Base erosion and profit shifting (BEPS)

American Samoa, Bahrain, Barbados, Grenada, Guam, Corea del Sud, Macao, Isole Marshall, Mongolia, Namibia, Palau, Panama, Saint Lucia, Samoa, Trinidad e Tobago, Tunisia, Emirati Arabi Uniti.

A questi si aggiunge una lista grigia di 47 giurisdizioni quali la Svizzera, le isole Cayman, Bahamas, Isle of Man, Jersey, che si sono impegnate ad applicare le norme internazionali richieste ed una maggiore trasparenza

Otto paesi caraibici che hanno subito danni per l’uragano di quest’anno hanno ricevuto più tempo per rispondere alla richiesta dell’UE e non compaiono in nessuna lista:

Antigua e Barbuda, Anguilla, Bahamas, Isole Vergini britanniche, Dominica, Saint Kitts e Nevis, Turks e Caicos e le Isole Vergini americane.

La Commissione ha fatto riferimento all’elenco in altre proposte legislative pertinenti. Ad esempio, la proposta di rendicontazione pubblica paese per paese include requisiti di segnalazione più severi per le multinazionali con attività nelle giurisdizioni elencate. Nei requisiti di trasparenza proposti per gli intermediari, un regime fiscale instradato attraverso un paese quotato UE sarà automaticamente segnalato alle autorità fiscali. La Commissione sta anche esaminando la legislazione in altri settori politici, per vedere dove possono essere introdotte ulteriori conseguenze per i paesi elencati.

http://europa.eu/rapid/press-release_MEMO-17-5122_en.htm

https://ec.europa.eu/taxation_customs/sites/taxation/files/eu_list_factsheet_en.pdf

Lo scorso 8 Novembre, un’apposita Commissione del Parlamento Europeo ha ufficialmente sancito che …

Sistema di tassazione Maltese molto attrattivo e in linea con gli standard Europei e OCSE

Lo conferma il comitato istituito dal parlamento europeo a seguito del fenomeno mediatico dei PANAMA PAPERS

Quello che leggete sui giornali di vari paesi europei, Italia in testa, pone solo evidenza che la competizione tra paesi sia salutare dentro agli schemi e vincoli previsti da EU e OCSE, che le eventuali infrazioni sono fatte da cittadini o persone giuridiche di questi stessi paesi che nulla hanno a vedere con la correttezza delle norme e della loro applicazione a Malta.

Si tratta, in sostanza, di un utilizzo dei media ai fini della narrazione, manipolazione e disinformazione, volta a nascondere la realtà di alcuni paesi il cui modello sociale ed economico NON è piú sostenibile e che vedono un continuo deflusso di capitali e cervelli (Skills) verso le giurisdizioni attrative per stile di vita, innovazione e modelli di sviluppo.

Il valore della stabilità e credibilità di un sistema paese, abbianto a quello della traspasparenza, efficacia, compliance con le regole, modelli e practice internazionali richieste dalla EU e OCSE, fanno di Malta la giurisdizione on shore più apprezzata per individui, patrimoni, imprese tradizionali , innovative e del FinTech.

Malta’s tax system is “very attractive and in line with current international and EU standards, as regards to tax competition”….. EU Committee 8th NOV 2017

Qui potete trovare il report del Comitato del Parlamento EU emesso lo scorso 8 Novembre 2017

PANA Committee confirm the Maltese tax system is in line with current international and EU standards and that Malta has transposed EU rules and respects OECD standards for transparency, fight against tax fraud and money laundering.

www.maltaway.com consulenza internazionale senza confini, per essere trasparenti, compliant , efficaci a Malta, da Malta e nelle migliori giurisdizioni

Una visione Internazionale, PIL MALTA +7,2% nel 3 trimestre 2017

Osservate i confronti con le previsioni della Commissione Europea di tutti gli stati membri.

Autumn 2017 Economic Forecast

Eurostat Indicators Oct 2017

Sapere dove la demografia, la crescita economica, la stabilità danno i migliori risultati, è alla base di una consulenza internazionale rivolta al business, alla protezione degli assets, alle famiglie, ai risparmiatori.

Conoscere i sistemi regolamentari e fiscali di diversi paesi, consente di fare le scelte migliori per ridurre il rischio attraverso una diversificazione accurata delle proprie scelte di vita, dell’ allocazione dei propri assets, delle basi  per sviluppare la vostra azienda e il vostro business

MALTAWAY PARTNERS CONSULENZA INTERNAZIONALE:

UN SUPPORTO PROFESSIONALE PER INVESTIRE, FARE BUSINESS E VIVERE A MALTA E DA MALTA

Il prodotto interno lordo del paese è aumentato del 7,2% in termini reali nel terzo trimestre di quest’anno.
Secondo i dati provvisori pubblicati dall’Ufficio nazionale di statistica, il PIL ammontava a 2,8 miliardi di euro alla fine del trimestre, con un aumento di 249,6 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Nel terzo trimestre del 2017 la spesa per consumi è aumentata del 7,6%, principalmente a causa dell’aumento del 18,1% dei consumi finali delle amministrazioni pubbliche e dell’aumento del 4,4% delle spese delle famiglie.
Investimenti fissi lordi per investimenti sono aumentati dell’1,5%

Le esportazioni di beni e servizi sono aumentate del 3% in termini nominali e sono diminuite dell’1,3% in termini reali, mentre le importazioni di beni e servizi sono rimaste sostanzialmente stabili in termini nominali e sono diminuite del 4,4% in termini reali.
La crescita economica ha contribuito all’incremento dei salari per 60,9 milioni di euro, all’incremento del margine operativo delle imprese di 115,3 milioni di euro e all’aumento della tassazione netta della produzione e delle importazioni per 73,5 milioni di euro.
Una crescita superiore al 5,6% previsto dalla Commissione europea.
La forte performance economica del paese potrebbe essere attribuita ai salari in aumento del 6,5% e che porta ad un aumento del 4,5% dei consumi privati. Anche il contesto imprenditoriale ha visto un aumento degli utili aziendali del 10%, con oltre 1,6 miliardi di euro investiti nel terzo trimestre dell’anno.

CONSULENZA ONLINE MALTA WAY per l’internazionalizzazione di Privati e Imprese

CONSULENZA ONLINE MALTA WAY per l’internazionalizzazione di Privati e Imprese

Anche un servizio di Consulenza Online personalizzata, per l’internazionalizzazione di Privati e Imprese

 

una soluzione efficace per l’Internazionalizzazione, perchè dove hai le tue radici NON è piú l’ombelico del mondo, una consulenza e un prezzo basati non sul costo del nostro tempo, ma sul valore del vostro tempo

logo-malta-way-mod3dscritta

Siamo a vostra disposizione per assistervi in un percorso professionale, dalla fase di analisi e pianificazione fino all’effettiva esecuzione del trasferimento a Malta e nel mondo di persone, assets, pensione, ridomiciliazione o costituzione di societa’, con individuazione delle soluzioni piu’ idonee al proprio profilo reddituale e patrimoniale, attraverso pacchetti di advisory specifici.

Potremo valutare insieme  le vostre specifiche necessità e fornirvi le risposte adeguate per identificare i servizi offerti da MALTAway e le opportunità di Malta rispetto all’Italia e ad altri paesi in Europa o extra Europei

Il trasferimento verso migliori sistemi Paese di capitali, cervelli, energie e competenze non si ferma, qui a Malta e da Malta solo geograficamente vicina all’Italia, trovi un ecosistema di professionisti per i servizi necessari per la tua vera internazionalizzazione.
Noi ti possiamo offrire i nostri servizi di advisory completi:

  • Per analizzare i pro e i contro
  • Per decidere in modo consapevoli
  • Per implementare la decisione in modo professionale

Molti clienti Italiani ed internazionali, richiedono un approccio professionale, compliant, sicuro, veloce, e noi offriamo

un servizio di Consulenza Online personalizzata, per l’internazionalizzazione di Privati e Imprese

con analisi delle esigenze individuali specifiche ed identificazione delle opportunità e soluzioni offerte da una ridomiciliazione di se stessi o dei propri assets o del proprio business a Malta, un servizio di Advisory Internazionale con le soluzioni e le opportunità di Malta e da Malta rispetto all’Italia e ad altri paesi in Europa o extra Europei:

Si tratta di una innovazione nella Consulenza e nei prezzi, oggi per rispondere alle questioni poste serve un approccio olistico su diverse materie tecniche, dalla parte regolamentare a quella degli investimenti, cosí come un sistematico confronto delle tendenze su diverse giurisdizioni, dalla parte macroeconomica ai modelli fiscali e societari
Noi, a differenza del professionista che fattura a giornata, ora e minuto, vi offriamo una consulenza e un prezzo basati non sul costo del nostro tempo, ma sul valore del vostro tempo necessario per trovare la soluzione per voi di maggiore valore aggiunto.

Sessioni di Domande & Risposte cosi strutturate:

• Tu ci scrivi le domande attraverso il modulo qui sotto indicato

• Ogni domanda viene da noi classificata con un livello 1, 2 o 3 ai rispettivi costi 

• Tu confermi il preventivo e predisponi il pagamento

• Noi ti forniamo le risposte per via telefonica

Inviando il modulo proposto, ci consentirai di fornire le risposte più corrispondenti al tuo profilo 

CONSULENZA ONLINE MALTA WAY

ADVISORY ONLINE MALTA WAY FOR THE INTERNATIONALIZATION

ADVISORY ONLINE MALTA WAY

Also a personalized Advisory Online service,

an effective solution for the internationalization, because your roots are NOT the belly-button of the world anymore

logo-malta-way-mod3dscrittaWe are at your disposal to assist you in a professional path, from the analysis and planning phase to the delivery of the transfer to Malta or other jurisdictions of people, Pension, HNWIs, assets, corporations, with the identification of the most suitable solutions based on compliance and your specific Income and Wealth profile, through specific advisory packages.

We will be able to evaluate together your specific needs and provide you with the appropriate answers to identify the services offered by MALTAway and benchmarking Malta’s opportunities with other European or non-EU countries

The Transfer to the best Jurisdictions of capital, brains, energy and skills does not stop, here in Malta and from Malta, the best people and Corporations can find a professional ecosystem for the services you need for your true internationalization.
We can offer you our full advisory services:

  • To analyze the pros and cons
  • To decide in a conscious manner
  • To implement the decision in a professional manner

 

Many international customers require a professional, compliant, secure, fast approach to go through global regulations, and we offer

Also a personalized Advisory Online service,

with an analysis of specific individual needs and identification of opportunities and solutions offered by relocating yourself, assets or business in Malta, an International Advisory Service with Malta’s solutions and opportunities compared to different countries in Europe or extra EU:
Structured Questions & Answers Sessions:

• You write us your questions on a form 

• Each question is rated at Level 1, 2 or 3 at the respective costs 

• You confirm your quote and make the payment

• We provide you with telephone answers  


By submitting the form, we will provide you with the most fitting answers matching your profile

ADVISORY ONLINE MALTA WAY

 

MALTA PIL, salari, tasse, brexit

MALTA PIL, salari, tasse, brexit

La crescita nel 2017 del PIL reale a Malta prevista pari al 5,6% secondo le ultime previsioni della Commissione Europea.
Il fattore principale della crescita di quest’anno sarà la domanda estera, con la domanda interna in seconda a causa di una contrazione significativa degli investimenti

Si prevede che il surplus delle partite correnti sia vicino al 10% del PIL per il 2017, spinto dalla forte crescita delle esportazioni, in particolare per i servizi, e una diminuzione delle importazioni legate alla contrazione degli investimenti.

Per il 2018, si prevede un rallentamento del 4,9% della crescita del PIL reale, con i consumi privati che dovrebbero essere il fattore principale della crescita, basati su una popolazione in aumento e un reddito disponibile più alto.
Il risparmio delle famiglie è previsto inferiore a quello del 2017, a causa della maggiore fiducia e consumo dei consumatori.
Gli investimenti dovrebbero recuperare nel 2018, spinti dalle costruzioni residenziale, che dovrebbero continuare a crescere fortemente per soddisfare la domanda sempre effervescente.
Anche le esportazioni dovrebbero continuare ad aumentare, a causa della crescente domanda dei partner commerciali di Malta.
Entro il 2019, la crescita del PIL reale dovrebbe rallentare al 4,1%, con i consumi privati quale principale fattore di crescita.

La crescita salariale è stata moderata per la prima metà del 2017, anche se il tasso di disoccupazione è stato molto basso e le carenze sono aumentate, segno evidente che i salari dovranno crescere per soddisfare la domanda di skills sul mercato del lavoro locale.
L’inflazione dovrebbe essere pari all’1,3% per il 2017, poco al di sotto della media dell’UE e si prevede tuttavia un aumento dell’1,8% nel 2019, con un aumento dei prezzi nei servizi

La crescente crescita del PIL di Malta potrebbe essere spinta dal completamento più veloce dei progetti infrastrutturali, oltre che dal potenziale trasferimento di operatori di servizi finanziari a Malta a causa di Brexit.
Il comportamento più conservativo e di risparmio delle famiglie potrebbe, d’altra parte, rallentare il consumo e limitare la crescita del PIL reale.
Dal momento che Malta è molto aperta al commercio, con le esportazioni e le importazioni che raggiungono il 270% del PIL (2016), una modifica dei principali settori di import export di Malta avrebbe un effetto significativo sulla crescita del PIL reale.

Il bilancio del governo 2017 dovrebbe rimanere in un surplus dello 0,9% del PIL.
Le ragioni principali di questa situazione sono le condizioni macroeconomiche e del mercato del lavoro positive, la domanda elevata dei consumatori e gli utili aziendali e i flussi derivanti dal  sistema di cittadinanza di Malta.
L’avanzo dovrebbe diminuire allo 0,5% nel 2018,  e dovrebbero restare stabili alla stessa cifra nel 2019
I ricavi da entrate fiscali nel 2018 sono prevesti in crescita a causa della crescita reale del PIL, e nonostante una riduzione della pressione fiscale.
Tuttavia, si prevede che la crescita delle entrate si ridurrà l’anno prossimo, a causa dei minori introiti previsti dal sistema di cittadinanza.
Inoltre, nonostante le spese sociali più spinte per le misure di bilancio di quest’anno, come un aumento delle pensioni, la crescita delle spese correnti dovrebbe essere indebolita nel 2018.
Si prevede che gli investimenti pubblici netti rimangano stabili, poiché saranno realizzati altri progetti cofinanziati dall’UE.

Le previsioni della Commissione hanno evidenziato il surplus delle partite correnti di Malta e il fatto che il paese sta esportando più di quanto importasse, cosa che è caratteristica di paesi economicamente forti come la Germania e il Giappone.
Malta è aperta ad accogliere le aziende che stanno valutando decisioni di re-location o co-location a seguito della Brexit, e tutte le aziende e persone alla ricerca di una giurisdizione attraente per qualità della vita e opportunità di investimento e business

MALTAWAY: UN SUPPORTO PROFESSIONALE PER INVESTIRE, FARE BUSINESS E VIVERE A MALTA

Trasferire a Malta la residenza, la tua vita, i tuoi familiari, il tuo business, il tuo patrimonio, significa migliorare la gestione del tuo rischio
Corporate & Assets Governance, World Class, MALTA, Worldwide
Siamo a vostra disposizione per assistervi in un percorso professionale, dalla fase di analisi e pianificazione fino all’effettivo realizzo del trasferimento a Malta di persone, assets, ridomiciliazione o costituzione di societa’, con individuazione delle soluzioni piu’ idonee al proprio profilo reddituale e patrimoniale, attraverso pacchetti di advisory specifici.
Potremo valutare insieme le vostre specifiche necessità e fornirvi le risposte adeguate per identificare i servizi offerti da MALTAway e le opportunità di Malta rispetto all’Italia e ad altri paesi in Europa o extra Europei
Il trasferimento verso migliori sistemi Paese di capitali, cervelli, energie e competenze non si ferma, qui a Malta e da Malta solo geograficamente vicina all’Italia, trovi un ecosistema di professionisti per i servizi necessari per la tua vera internazionalizzazione.
Noi ti possiamo offrire i nostri servizi di advisory completi:
Per analizzare i pro e i contro
Per decidere in modo consapevole
Per implementare la decisione in modo professionale

edoardo ferrario

Sogni e pensieri di uno scrittore

The Malta Photoblog

A photographic blog of my island home

Diario dal Mondo

Viaggi ed expat life di un'italiana a Sydney, Australia

thetabike2014

passionbike

SocialEconomy

l'economia della condivisione

Aurora Iblea

La gente pensa troppo a quel che deve fare e troppo poco a quel che deve essere. M.J.E.

AlessandroPedrini Finanza&Mercati

Blog di approfondimento economico di Alessandro Pedrini

CASA MALTA per acquistare, affittare, investire a MALTA

MALTAWAY TRAVEL per Viaggi, Corsi Inglese e Incentive - maltawaytravel.wordpress.com

Maltaway Travel and Education

CORSI INGLESE, VIAGGI e INCENTIVE a MALTA

mirco balatti

Thoughts, ideas and news by a finance PhD researcher

alberto balatti board member blog

GOVERNANCE, INVESTMENTS, FINANCE, ECONOMICS, ORGANIZATION, MANAGEMENT, PEOPLE DREAMS, for BOARD'S MEMBERS

%d bloggers like this: